Plytò – Tesori di Creta

11,70

Vino bianco secco – I.G.P. CRETA – Uvaggio:100% Plytò, vitigno autoctono di Creta

logolyrarakis - Plytò - Tesori di Creta

Descrizione

Nome del Vino: Plytò

Tipologia: vino bianco secco

Annata: 2016

Classificazione: I.G.P. Creta

Uvaggio: 100% Plytò – vitigno autoctono di Creta. Il Plytò è uno dei vitigni più antichi di Creta, e da qui la denominzione di “Tesori di Creta” che è stata data, che, però, ha rischiato l’estinzione. Poche viti della varietà sopravvivevano sparpagliate nei vigneti della zona. Si deve alla paziente opera dei vignaioli Lyrarakis il recupero e la coltivazione del vitigno in una vigna ad esso esclusivamente dedicata.

Vigneto: di proprietà ad Alagni, zona interna della Prefettura di Heraklion, ad una altitudine di 650m.

Resa per ettaro: 90q.li

Bottiglie prodotte: 15.000

Vinificazione: premacerazione di 6/7 ore a cui segue la fermentazione alcolica in tini di acciaio alla temperatura controllata di 16-18°.

Contenuto alcolico: 12,5%

Caratteristiche Organolettiche: il colore è giallo paglierino. Il naso è complesso con agrumi, frutta bianca e più tenui note floreali a comporre un bouquet molto elegante. In bocca conferma l’eleganza del naso, con una particolare “grazia” sostenuta da una adeguata acidità.

Abbinamenti: si abbina bene sia con piatti di pesce che con carni bianche così come sono molti i formaggi, purchè non molto stagionati, con i quali lo si può apprezzare.

Temperatura di servizio: 12-13°

Evoluzione: da consumarsi entro 3 anni dalla produzione.

Brand

Lyrarakis

La Cantina Lyrarakis si trova ad Alagni, in una delle valli che dal capoluogo Heraklion salgono verso i monti di Lassithi, nella parte centrale dell'isola di Creta. Fondata nel 1966, oggi l'azienda conta di 15 ettari situati nella parte più alta, 550m s.l.m., della zona a Denominazione di Origine Protetta Pezà. Zona, questa di Pezà, già destinata sin dall'antichità alla coltivazione della vite, come i recenti ritrovamenti archeologici nel palazzo minoico di Vathypetro confermano. La Cantina Lyrarakis è stata fra le prime, se non la prima, a puntare sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni cretesi, piantando gli stessi nei terreni di proprietà.  Sicuramente si deve a loro la rinascita di importanti varietà dimenticate come il Dafnì ed il Plytò. Sin dall'inizio,  questi vitigni erano affiancati dalla Vilana, dal Vidianò (varietà bianche), dal Kotsifali e dal Mandilari (varietà rosse). In una seconda fase, e sempre nell'ottica di valorizzare le varietà locali, l'attività della cantina è stata quella di individuare nel ricco patrimonio ampelografico cretese cru di grande potenzialità e varietà ancor più rare. Nascono così una serie di vini da singoli vigneti e tutti in purezza dedicati agli autoctoni di Creta.
logolyrarakis - Plytò - Tesori di Creta

Informazioni aggiuntive

Peso 1.0000 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Plytò – Tesori di Creta”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *