La cantina Ariousios si trova a Egrigoros, nella parte nod-occidentale dell'isola di Chios.

Questa zona, denominata "paese di Ariousios" dal geografo Strabone (1°sec. A.C.), era conosciuta già nell'antichità per la qualità delle uve e dei vini che produceva. E "il vino di Ariousios" veniva contato e citato fra i migliori della Grecia da Ateneo di Naucrati (2-3° sec. D.C.) nel celebre libro Deipnosophistai (I dotti a banchetto).

Di fatto Strabone descrive un terroir così fatto: le vigne sono a mezzacosta fra il mare e la montagna, disposte su terrazzamenti, non irrigate e non irrigabili, con la brezza continua dell'Egeo a rinfrescare e apportare quel minimo di umidità necessario alle piante. Il terreno è argilloso, l'escursione termica fra giorno e notte importante e decisiva per la piena maturazione delle uve.

Oggi la Cantina Ariousios lavora per riportare il vino di Chios alla fama che aveva nell'antichità, in quello stesso terroir e con le varietà rosse autoctone dell'isola, il Kraserò di Chios e l'Agiannitis. E poichè tutto ciò nasce dall'amore per la propria terra anche le pratiche agronomiche sono rispettose dell'ambiente: solo concime naturale e riutilizzo dei raspi e delle uve di scarto per ripristinare quanto sottratto al terreno.

Visualizzazione del risultato