Mavroudi della Tracia

27,30

Vino rosso biologico da uve Mavroudi di Tracia in purezza. Fermenta ad opera dei soli lieviti indigeni.

Vino di struttura, ottimo sin da giovane ma che può invecchiare fino a 15 anni.

Ideale per accompagnare carni al tegame, alla brace, arrosti e formaggi stagionati.

Bt.  da 0,75lt.

cantina anatoliko vineyard

Descrizione

Mavroudi fine della Tracia

PRODUTTORE: Cantina Anatolikos Vineyard, Xanthi, Tracia

NOME DEL VINO: Mavroudi fine

TIPOLOGIA: vino rosso biologico

ANNATA: 2019

CLASSIFICAZIONE: Indicazione Geografica Protetta – I.G.P. “Abdera”

UVAGGIO: 100% Mavroudi di Tracia, autoctono greco. Mavroudi proviene da “mavro”, cioè nero, e potremmo tradurlo con il termine generico di Nerello. In Grecia, molte varietà locali si chiamano con il termine  Nerello o Bianchetto anche se al termine non corrisponde l’appartenenza alla stessa varietà. E’ il caso del Mavroudi di Tracia che è soltanto omonimo del Mavroudi del Peloponneso.

Il Mavroudi di Tracia è un vitigno molto antico, coltivato nella regione da millenni.

VIGNETO: le uve biologiche provengono da un vigneto di proprietà situato a circa 5km. dal mare, nella zona di Abdera. L’impianto è a filare. Le viti non vengono irrigate. Il terreno è ondulato, sabbioso per i primi 70-80cm.  su una base di rocce granitiche. La conduzione della vigna oltre che biologica segue alcune metodologie biodinamiche

RESA PER ETTARO: 45 q.li

BOTTIGLIE PRODOTTE: 7.000

VINIFICAZIONE: criomacerazione delle uve a cui segue la fermentazione in tini di acciaio a temperatura controllata ad opera dei soli lieviti indigeni. La maturazione avviene in barrique di rovere per 18 mesi.

CONTENUTO ALCOLICO: 13,5%

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE: il colore del Mavroudi fine è porpora scuro. Il naso è esuberante di frutti rossi e neri, tenuti però a bada da note di frutta secca, spezie e cuoio che compongono un fronte aromatico complesso, equilibrato e molto gradevole. In bocca il vino è succoso, importante, profondo, con bei tannini, giusta acidità e con l’alcool che, come al naso, è molto ben incorporato. Lunga e piacevolissima la persistenza.

ABBINAMENTI: per quanto sopra descritto, questo rosso di Tracia accompagna molto bene piatti di carne al tegame, carni cotte alla brace, selvaggina e formaggi stagionati.

TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16-18°C

Se possibile, si consiglia di aprire la bottiglia con largo anticipo se non addirittura il giorno prima!

EVOLUZIONE: ottimo sin da giovane ha, però, la possibilità di evolversi positivamente fino anche a 12-15 anni

NOTA DEL SELEZIONATORE: il Mavroudi fine è un vino del tutto naturale per pratiche agronomiche e di cantina e che, nello stesso tempo, rappresenta la quintessenza della Tracia vitivinicola. Il vino è forte, possente come i cavalli della regione, molto conviviale, vibrante, quasi bifronte: lo si può apprezzare, infatti, in modo immediato, diretto per via della sua forza o, invece, approfondire alcune sensazioni apparentemente più sfocate eppure nitide ad un esame più attento.

Costas Linardos

Brand

Cantina Anatolikos Vineyard

La cantina Anatolikos Vineyard si trova a Xanthi, nella Tracia greca. La cantina è stata fondata nel 2000 dai fratelli Nikolaidis con l'intento di rivitalizzare l'antichissima tradizione vitivinicola della regione. E, in effetti, la Tracia era famosa per i cavalli selvaggi, per la musica e per il vino, appunto. In particolare, gli antichi avevano individuato nella zona di Abdera un territorio particolarmente vocato alla coltivazione della vite; ed è qui che la famiglia Nikolaidis ha le vigne di proprietà. Da una parte la vicinanza del mare, con le sue salubri brezze,  la predominanza di venti da nord e l'accentuata escursione termica fra giorno e notte creano condizioni climatiche ottimali per una agricoltura sana, senza malattie, dall'altra la geologia del luogo, con la piattaforma continentale composta di granito che affiora quasi sbriciolandosi, compongono un quadro perfetto per la viticoltura. Le scelte poi di condurre i vigneti secondo metodologie sostenibili, biologiche e in parte biodinamiche, così come di limitare al massimo gli interventi in cantina sono la logica conseguenza della filosofia e dell'amore per la propria terra dei fratelli Nikolaidis Nei vigneti di proprietà si coltivano gli autoctoni  Malagouzià, Assyrtiko, Mavroudi di Tracia, Limniò e Pamidi oltre agli internazionali Cabernet Sauvignon e Merlot. In cantina le fermentazioni sono tutte spontanee e si fa un largo uso di anfore non smaltate. I vini della cantina possono essere considerati tutti, senza eccezione, vini naturali e sono stati ripetutamente premiati in vari concorsi internazionali
cantina anatoliko vineyard

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mavroudi della Tracia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *