Zakinthinò

15,80

Raro vino bianco secco da uve autoctone dell’isola di Cefalonia. Da viti a piede franco, agricoltura biodinamica e fermentazione spontanea. Bassissimo contenuto di solfiti liberi (<15mg/lt.). Ideale per accompagnare carni bianche sia arrosto che cucinate con salse cremose bianche

Disponibile su ordinazione

Sclavos logo 150x150 - Zakinthinò

Descrizione

Zakinthinò Cantina Sclavos

PRODUTTORE: Cantina Sclavos, Lixouri, isola di Cefalonia

NOME DEL VINO: Zakinthinò

TIPOLOGIA: vino bianco secco

ANNATA: 2016

CLASSIFICAZIONE: Indicazione Geografica Protetta – I.G.P. Versanti del monte Enos

UVAGGIO: 100% Zakinthinò, vitigno autoctono greco. In particolare, la varietà Zakinthinò è autoctona dell’isola di Zante, da cui prende anche il nome. Si coltiva tradizionalmente e con risultati eccellenti anche nella vicina Cefalonia

VIGNETO: denominato Metaxà, situato nella piana sud-orientale di Elios, ai piedi del monte Enos. Le viti sono a piede franco. La coltivazione è condotta secondo i dettami dell’agricoltura biodinamica.

RESA PER ETTARO: 40 q.li/ha

BOTTIGLIE PRODOTTE: 1.300

VINIFICAZIONE: classica vinificazione in bianco senza aggiunta di solfiti nè durante la fermentazione che nel successivo invecchiamento. Matura per 6 mesi in botti di rovere francese. La fermentazione viene svolta ad opera dei soli lieviti indigeni. I solfiti liberi sono inferiori ai 15 mg/lt. Lo Zakinthinò appartiene ai cosidetti vini naturali

CONTENUTO ALCOLICO: 13%

CARATTERISTICHE ORGANOLETTICHE: il colore di questo raro vino greco è giallo oro. Al naso risaltano aromi dolci di miele e di frutta, arricchiti da una lieve nota ossidativa e da sentori di noci e mandorle tostate. In bocca è pieno, grasso, con ancora le note dolci in primo piano, anche se il vino è decisamente secco, esplosivo per forza e concentrazione. La sapidità gli dona un finale persistente

ABBINAMENTI: lo Zakinthinò, sebbene sia un vino bianco, si abbina benissimo con carni bianche arrosto o, ancora meglio, cucinate con condimenti bianchi cremosi e succulenti. Altro abbinamento ideale sono formaggi ben stagionati e sapidi

TEMPERATURA DI SERVIZIO: da servire non troppo freddo, ad una temperatura di 14°-16°C

EVOLUZIONE: fino a 7 anni

Brand

Cantina Sklavos

La cantina Sklavos si trova a Lixouri, nell'isola di Cefalonia. Di lunga tradizione agricola, la prima vigna risale infatti al 1919, la famiglia Sklavos ha convertito sin dal 1986 le proprie vigne in vigne biologiche per passare subito dopo, per opera dell'agronomo Evriviadis Sklavos, all'applicazione dei concetti dell'agricoltura biodinamica. Coltivazioni sostenibili e con basse rese, valorizzazione dei vitigni autoctoni dell'isola (Robola, Vostolidi, Mavrodafni, Tsaousi ed altri, tutti a piede franco), vinificazioni senza lieviti aggiunti e senza correzione di acidità, scarsissimo utilizzo di solforosa: questa la filosofia produttiva di Evriviadis Sklavos, lo sciamano della vigna!
Sclavos logo 150x150 - Zakinthinò

Informazioni aggiuntive

Peso 1.25 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Zakinthinò”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *