Olive Biologiche Kalamon

3,0033,00

Olive Greche provenienti dal Peloponneso.

Svuota
COD: N/A Categorie: ,
logocooperativaroviesminiatura - Olive Biologiche Kalamon

Descrizione

LAVORAZIONE DELLE OLIVE

L’oliva, quando viene colta dall’albero, è amara a causa della presenza di una molecola chiamata oleuropeina. I processi di lavorazione per addolcire l’oliva producono, quindi, la scissione di tale molecola, ma differiscono radicalmente in quanto a integrità dei valori nutrizionali dell’oliva e impatto ambientale.

A) Il metodo più diffuso è il cosiddetto metodo spagnolo (olive trasformate) che prevede l’immersione delle olive in una soluzione al 2% di soda caustica (NAOH) per circa 12 ore. Successivamente questa soluzione viene smaltita quale refluo della lavorazione e le olive vengono sottoposte a vari lavaggi in acqua per depurarle dalla soda caustica.

La soda, però, che penetra nella polpa, oltre all’idrolizzazione del principio amaro oleuropeina, alla disorganizzazione cellulare ed alla idrolisi delle pectine, produce una notevole diminuzione di nutrienti specie a carico dello zucchero (importante nella fase successiva della fermentazione), proteine, sali minerali ed acidi organici, componenti quest’ultimi responsabili della qualità nutrizionale ed organolettica
Circa il 99% delle olive verdi in commercio vengono lavorate secondo questo processo. Con questo metodo non si possono produrre olive biologiche in quanto vietato dai regolamenti europei.

B) In alternativa esiste il cosiddetto metodo greco (olive al naturale) che prevede l’immersione, fatti i primi lavaggi con acqua,  delle olive in una soluzione di acqua e sale (salamoia) per circa 8 mesi.

La soluzione salina  determina la fuoriuscita di una quota parte del succo cellulare ricco di nutrienti indispensabili per i microrganismi, favorisce lo sviluppo dei batteri lattici acidificanti, evita lo sviluppo dei germi nocivi e contribuisce a migliorare il sapore e consistenza delle olive.

Con questo modo vengono lavorate principalmente le olive nere greche, cioè le olive che  prendono il colore scuro maturando sull’albero. Tale metodo non comporta la produzione di reflui da smaltire. Con questo metodo vengono prodotte le olive verdi biologiche al naturale.

 

Brand

Rovies Olives

L'uliveto di Rovies, località situata nel nord del'isola di Eubea, nasce per opera di Antoni Papadapoulos il quale, a partire dal 1920 e fino al 1963, pianta e sistema ad ulivo la piana di circa 350 ha, comprendente 70.000 alberi, che va dal mare fino a i primi contrafforti dei monti Kavalari e Telethrion. L'esistenza nei dintorni di Rovies di svariati ulivi secolari, ulivi che sono veri e propri "reperti archeologici", testimonia che la presenza e la cultura dell'ulivo nella zona risale a tempi antichissimi. Dal 1974 al 1981, la figlia di Antoni, Anna, dona, in lotti da 5/10 ha, l'intera proprietà e gli annessi laboratori per la lavorazione delle olive ai lavoranti della tenuta. Nasce, così, nel 1981, la Cooperativa Agricola di Rovies che, da allora e fino ai nostri giorni, si occupa della raccolta, della trasformazione, del confezionamento e della distribuzione della produzione dell'uliveto in olive da tavola. Lo scopo della cooperativa, composta di circa 130 soci, è di fornire olive da tavola realmente naturali e biologiche, lavorate con il metodo tradizionale di deamarizzazione (il cosidetto metodo greco), metodo che consente di conservare intatto il valore nutrizionale delle olive e, contemporaneamente, di preservare l'ambiente. Alla tradizionale produzione di olive da tavola si sono aggiunte, negli ultimi anni, le paste di olive verdi e nere.
logocooperativaroviesminiatura - Olive Biologiche Kalamon

Informazioni aggiuntive

Peso 0.2500 kg
Grandezza

CONTENITORE 3KG, VASO 140G

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Olive Biologiche Kalamon”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *