L’uliveto di Rovies, località situata nel nord del’isola di Eubea, nasce per opera di Antoni Papadapoulos il quale, a partire dal 1920 e fino al 1963, pianta e sistema ad ulivo la piana di circa 350 ha, comprendente 70.000 alberi, che va dal mare fino a i primi contrafforti dei monti Kavalari e Telethrion.
L’esistenza nei dintorni di Rovies di svariati ulivi secolari, ulivi che sono veri e propri “reperti archeologici”, testimonia che la presenza e la cultura dell’ulivo nella zona risale a tempi antichissimi.
Dal 1974 al 1981, la figlia di Antoni, Anna, dona, in lotti da 5/10 ha, l’intera proprietà e gli annessi laboratori per la lavorazione delle olive ai lavoranti della tenuta.
Nasce, così, nel 1981, la Cooperativa Agricola di Rovies che, da allora e fino ai nostri giorni, si occupa della raccolta, della trasformazione, del confezionamento e della distribuzione della produzione dell’uliveto in olive da tavola.
Lo scopo della cooperativa, composta di circa 130 soci, è di fornire olive da tavola realmente naturali e biologiche, lavorate con il metodo tradizionale di deamarizzazione (il cosidetto metodo greco), metodo che consente di conservare intatto il valore nutrizionale delle olive e, contemporaneamente, di preservare l’ambiente.
Alla tradizionale produzione di olive da tavola si sono aggiunte, negli ultimi anni, le paste di olive verdi e nere.

L'uliveto di Rovies, località situata nel nord del'isola di Eubea, nasce per opera di Antoni Papadapoulos il quale, a partire dal 1920 e fino al 1963, pianta e sistema ad ulivo la piana di circa 350 ha, comprendente 70.000 alberi, che va dal mare fino a i primi contrafforti dei monti Kavalari e Telethrion. L'esistenza nei dintorni di Rovies di svariati ulivi secolari, ulivi che sono veri e propri "reperti archeologici", testimonia che la presenza e la cultura dell'ulivo nella zona risale a tempi antichissimi. Dal 1974 al 1981, la figlia di Antoni, Anna, dona, in lotti da 5/10 ha, l'intera proprietà e gli annessi laboratori per la lavorazione delle olive ai lavoranti della tenuta. Nasce, così, nel 1981, la Cooperativa Agricola di Rovies che, da allora e fino ai nostri giorni, si occupa della raccolta, della trasformazione, del confezionamento e della distribuzione della produzione dell'uliveto in olive da tavola. Lo scopo della cooperativa, composta di circa 130 soci, è di fornire olive da tavola realmente naturali e biologiche, lavorate con il metodo tradizionale di deamarizzazione (il cosidetto metodo greco), metodo che consente di conservare intatto il valore nutrizionale delle olive e, contemporaneamente, di preservare l'ambiente. Alla tradizionale produzione di olive da tavola si sono aggiunte, negli ultimi anni, le paste di olive verdi e nere.

Visualizzazione di tutti i 11 risultati