• Non ci sono prodotti nel carrello
Vai al Checkout
Accedi | Registrati

Civiltà della Tavola Greca

Vitigno Assyrtiko

L’Assyrtiko o Asyrtiko è un vitigno autoctono del’isola di Santorini, da dove poi è stato impiantato nella Grecia continentale, soprattutto in Macedonia e nel Peloponneso, ed è fra i vitigni più vitali dell’area mediterranea.
Il vitigno Assyrtiko ha una forte resistenza all’aridità, alla peronospera, alle muffe ed al botrytis; nei vigneti di Santorini permane nella forma originaria con radici proprie, cioè senza portainnesti, in quanto non è stato mai attaccato dalla filossera.

Assyrtiko 300x200 - Vitigno Assyrtiko

La bacca è bianca e conserva una forte acidità anche quando viene raccolta nella piena maturazione.

La vendemmia avviene solitamente in agosto.

In bocca è corposo e fresco, per via dell’acidità, con aromi leggeri di agrumi (limone) e frutta (mela verde, ananas), Lunga la persistenza.
Trattandosi di una varietà che si ossida facilmente necessita di una vinificazione attenta; sotto certe condizioni sopporta invecchiamenti anche lunghi.

A Santorini i vini ottenuti dall’Assyrtiko presentano un terroir molto caratteristco, mentre nel resto della Grecia la varietà mantiene la parte aromatica ma dà vini meno corposi.

Dall’appassimento delle uve, e con una percentuale anche di uve Aidani o Athiri (si tratta di altri vitigni autoctoni dell’isola di Santorini),  si ottiene il rinomato Vinsanto: semidolce, grasso, ricco in bocca con aromi che ricordano la cioccolata, i fichi secchi e le amarene.

Assyrtiko

 

Lascia un commento

Scroll to top